Fine anno di cambiamento

IL 2020 UN ANNO DA DIMENTICARE? Non buttiamo via proprio tutto!

Siamo ormai prossimi alla fine di un anno che volendo usare un eufemismo, potremmo definire quantomeno “PARTICOLARE”, sotto tutti i punti di vista. Come tutti gli anni che finiscono però, anche il 2020 si porterà via 365 giorni (anzi 366 in questo caso visto che parliamo di un anno bisestile) della nostra vita personale e professionale, che non torneranno, comunque essi siano stati!

Vale la pena quindi fare una breve analisi di ciò che abbiamo vissuto durante questo anno nelle nostre attività, imprese, professioni e senza farci trasportare dall’istinto e dall’emotività, provare a mettere tutto quanto su una bilancia…

è davvero tutto da buttare?

Bilancia anno di cambiamento

 

Io ritengo di no e sono molto convinto nell’affermare che NON È TUTTO DA BUTTARE!

Come accade in tutti i periodi difficili, per superarli dobbiamo mettere in campo delle misure straordinarie, che normalmente neanche ci sogneremmo di adottare, ebbene, stavolta il periodo difficile non riguardava solo la nostra attività o il nostro settore di appartenenza ma
la quasi totalità delle attività e imprese su scala mondiale, in tutti i settori, senza eccezioni.

Questo fatto ha obbligato tutti e ripeto TUTTI a cambiare le proprie abitudini e procedure consolidate, con un risultato che è davanti agli occhi di tutti noi: un CAMBIAMENTO EPOCALE nei modi di lavorare, di comunicare, di vendere, di progettare, ecc. che in tempi normali sarebbe potuto avvenire nell’arco di un decennio… forse!

Moltissime imprese e attività hanno subito in questo 2020 dei pesanti cali di fatturato, molte saranno obbligate a chiudere per sempre, altre a mettere in atto tagli e licenziamenti, lungi da me quindi voler sembrare l’ottimista di turno a tutti i costi. Sono anche io tra quelli che avrebbero preferito di gran lunga un 2020 più ordinario, nel quale la sfida fosse stata un piccolo incremento di fatturato ovvero un nuovo progetto da lanciare ma così non è stato, ci siamo trovati proiettati in un contesto di lavoro inusuale e nuovo per tutti.

In questo contesto straordinario, si sono però ancora più evidenziate delle differenze enormi tra le varie situazioni aziendali:

  • ci sono delle realtà che si sono dimostrate assolutamente impreparate ad affrontare situazioni straordinarie, sono state travolte e adesso si trovano in balìa degli eventi, cercando di restare a galla.
  • ci sono altre realtà che invece erano già parzialmente predisposte a dei cambiamenti, anche importanti, e in tempi relativamente brevi sono riuscite a far ripartire buona parte della loro attività cambiando il proprio sistema organizzativo e di lavoro.
  • ci sono infine altre realtà, con una struttura organizzativa coesa, efficiente e moderna che non solo hanno reagito rapidamente agli eventi che si sono succeduti da Febbraio 2020 in poi ma sono state in grado anche di mitigarne gli effetti negativi, sfruttando nuove opportunità di business strategico, testando nuove modalità organizzative e di approccio alla clientela esistente e potenziale.

Queste ultime aziende insomma, nonostante il difficile periodo, hanno potuto maturare una serie di esperienze che rappresentano delle risorse  fondamentali nella stesura delle linee guida sulle quali dovrà basarsi il loro modello di business del prossimo futuro.

Ancora una volta quindi è evidente quanto sia importante, per ogni tipologia e dimensione d’impresa, investire nell’implementazione dei corretti modelli organizzativi, nella formazione del personale, e nel rendere l’azienda pronta all’innovazione e al cambiamento.

È proprio nei momenti più difficili che riusciamo ad imparare meglio come affrontare il nostro futuro!

I miei AUGURI per il 2021 che sta per iniziare quindi sono rivolti a tutti quegli imprenditori che sapranno far tesoro delle esperienze maturate nel corso dell’ultimo anno e sappiano trasformarle in nuova linfa vitale per le proprie aziende, contribuendo, ognuno nel suo piccolo, a far tornare presto il nostro amato Paese nella posizione che merita sullo scenario Internazionale.

Se vuoi approfondire questo argomento e conoscere meglio il mio punto di vista, non esitare a contattarmi. A presto!

 

2 Comments

  1. Sauro Innocenti on

    Ottima riflessione!

  2. zest-consulting on

    Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.